L’onore del samurai, David Kirk

Giappone, XVII secolo. Nel remoto villaggio di Miyamoto, nella provincia di Harima, vive Bennosuke, figlio del grande Munisai Shinmen, uno dei più valorosi guerrieri dell’impero.              Ha tred17348785ici anni, sua madre è morta in un misterioso incendio, mentre suo padre ha abbandonato il villaggio dopo la tragedia, otto anni prima, e non ha fatto più ritorno.Di lui si prende cura lo zio Dorinbo, un monaco che spera che il ragazzo rifiuti la violenza e scelga invece la via della spiritualità e della contemplazione.
Nel frattempo, però, Bennosuke si allena nelle arti della guerra sotto la guida di Tasumi, un anziano samurai. Quando un giorno, all’improvviso, il padre ferito torna a casa, il ragazzo decide che è arrivato il momento di reclamare la sua eredità: diventerà un samurai.
Ma prima della gloria viene la battaglia, e Bennosuke dovrà guardare la morte negli occhi per poter essere chiamato Musashi Miyamoto, il più grande guerriero di tutti i tempi.

 

La mia recensione:

“Si chiese se quella fosse la vera misura della vita; il numero delle parole non dette e dei gesti mancati. E che dire delle cose dette sbagliando, o le cose fatte di cui poi ci si era pentiti? Poteva contare anche quelle.” 

 

Cercavo da tempo un romanzo storico che parlasse di samurai e quando ho scoperto l’esistenza di questo libro sulla storia di Musashi Myamoto non ho esitato ad acquistarlo.
Child of Vengeance, in italiano edito con il titolo “L’onore del samurai”, racconta la storia di Bennosuke Shinmen, il figlio del migliore samurai del Giappone, Munisai Shinmen.
Bennosuke, ragazzo tredicenne cresciuto in un piccolo villaggio chiamato Myamoto, non vede suo padre da otto anni, da quando egli, dopo la morte della moglie, ha lasciato suo figlio e la sua casa per andare a servire il suo signore.
Nonostante la sua assenza, Bennosuke è cresciuto all’ombra di quel padre dalla fama ingombrante e sin da piccolo ha sempre sentito sulle spalle la grande responsabilità di dover essere alla sua altezza, di impegnarsi per onorare il nome di suo padre e non rappresentare per lui una delusione.
Quando Munisai torna finalmente al villaggio, però, l’incontro tra i due non è affatto come il ragazzo aveva immaginato. Inoltre, l’allontanamento di Munisai dal villaggio nasconde un terribile segreto che persino i suoi zii gli avevano sempre tenuto nascosto.
Nonostante tutto, però, il samurai non può fare a meno di notare il grande potenziale del ragazzo e decide di addestarlo per farlo diventare un guerriero.
Ma quel mondo adulto, duro e crudele per il quale Bennosuke si sta preparando, piomba su di li fin troppo presto e il ragazzo non impiega molto a rendersi conto che la vita di un samurai non è fatta solo di onori, glorie e ricchezze, ma anche di rigide regole da rispettare, di umiliazioni, di violenza e di morte.
Per nascondere la sua vera identità ai suoi nemici, Bennosuke decide di cambiare nome in Musashi Myamoto, un nome che resterà per sempre impresso nella storia del Giappone.
Ma prima che ciò accada, Bennosuke dovrà fare i conti con la fame, con la vergogna, con la disillusione per un mondo che credeva diverso e, non per ultimo, con il crollo della sua fede nella Via del Guerriero, che lo porterà a condannare la più grande aspirazione dei samurai, quella di fare una “buona morte”.

“E’ tutto uno schifo. Lo capisco adesso. Anche se fosse stato scritto a caratteri cubitali, lo avrei capito solo adesso. Tutto questo culto della morte costruito per servire uomini come te. E la gente lo accetta senza batter ciglio… Tutti percorrono la stessa via già percorsa milioni di volte”

Una bellissima e appassionante storia di formazione che vede il ragazzo diventare uomo e l’uomo un guerriero.
Fluida e scorrevole la scrittura di Kirk, e anche se piuttosto “spartana” e priva di fronzoli non manca di una certa poesia.
Dal finale mi aspettavo forse qualcosa di più, ma poiché l’opera è parte di una serie sapevo già che sarebbero rimaste delle questioni in sospeso.
Ad ogni modo mi è piaciuto molto e sicuramente comprerò presto il seguito, pubblicato qualche mese fa in Italia da Newton Compton col titolo La spada del samurai.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...